I Flauti Etruschi

 

I-Flauti-Etruschi-copertina

I Flauti Etruschi

Tra Mito, Immaginario e Archeologia
dall'Arcadia a Picasso

Un eccezionale esempio di lavoro di ricerca e diffusione culturale del patrimonio Etrusco, (Etruschi, antico popolo vissuto nel centro Italia tra il  X e il I sec. a.C.)  di ieri e di oggi sia nell’ arte, così negli ambienti archeologici e naturali, e con i suoni e la musica riprodotta dagli antichi strumenti musicali individuati e fatti ricostruire dagli artigiani della Toscana e del Lazio.
Presentiamo, come novità assoluta, il flauto traverso e il plagiaulos Etruschi  (tra le prime raffigurazioni al mondo di strumenti a fiato traversi.)
Destinato ad una diffusione nazionale e internazionale, questo CD è una cartolina sonora della terra Etrusca.

Durante la ricerca  che abbiamo svolto sugli strumenti musicali degli Etruschi  presenti nel Museo Guarnacci di Volterra con la consulenza del Dr. Gabriele Cateni direttore del Museo, sono state individuate  tra le raffigurazioni delle urne delle rarissime, perché tra le prime al mondo, rappresentazioni di strumenti a fiato traversi, che sono  flauti  e plagiaulos (una vera e eccezionale riscoperta, lo straordinario suono di questo strumento musicale ricostruito in anteprima mondiale),  tra cui un’ immagine che sembra un  enigmatico rebus che vede come protagonisti il flauto e “l’ascolto”. Abbiamo anche ricostruito l’ensemble musicale che appare sulle urne del ciclo delle Sirene, cioè flauto di Pan,  tibiae  e  cithara.
Con il flauto Etrusco in alabastro, ricreazione del flauto presente sull ‘urna di Volumni presso Perugia, ricostruito in anteprima su idea e indicazioni di Walter Maioli nel novembre 2000, siamo andati alla tomba circolare dei Marmini e abbiamo registrato una composizione musicale sfruttando le particolari condizioni ambientali e acustiche.
Sono state registrate delle composizioni sonore dedicate all’ambiente naturale etrusco; come il brano dal titolo  “Alla fonte dell’Ombra della Sera”, così il brano che apre il CD registrato nel magico golfo di Baratti, nel Parco Archeologico di Populonia.
In questo CD viene svelato (e udito) il mistero del  “doppio flauto” etrusco, quello del famoso affresco di Tarquinia, acquisito nell’immaginario collettivo e presente nei dipinti di tutte le epoche sino a Picasso e che ritroviamo anche nel genere “fantastico”.


 

 

 


 

I-Flauti-Etruschi-copertina

I Flauti Etruschi
file MP3
(MB 84,5) o FLAC (MB 257)
digital download

Brani 12
Min. 46:08
€ 11,99 mp3
€ 14,00 FLAC

dettaglio-synaulia I