01 Il sussurro dell'anima - mp3

file mp3 - min. 05:13 - MB 6,30
scegli MP3 o FLAC
Il sussurro dell'Anima
Prezzo:
Prezzo di vendita: 2,56 €
virtual product for sale

01 Il sussurro dell'anima.mp3
download link when order confirmed

Descrizione

Il sussurro dell'anima

La voce del ney,  il flauto obliquo ad imboccatura aperta arabo, turco e persiano, è il soffio che esprime il sussurro dell’anima e il vento del deserto, capace di trasportare sotto una notte stellata.
Il ney suonato da Walter Maioli manifesta appieno questo archetipo.
Il respiro che rapisce il musicista e l’ascoltatore, fa muovere la danzatrice e declamare il poeta.
Una musica lenta, dolce, soffice, impalpabile, un sussurro, un alito …l’ultimo della nottata.
Un soffio che impalpabilmente si tramuta in sibilo strisciante per divenire un movimento in slow motion,  come un serpente su una duna le cui tracce vengono istantaneamente riassorbite dalla sabbia, o la fiamma della candela che danza alla più sottile delle brezze
I ritmi dei brani sono ritmi archetipici, impiegati nella danza del ventre, scelti, con gli accenti e le velocità e suonati direttamente dalla maestra e coreografa Irene C.L. Borg che inoltre canta con il contributo di Shakti, valente pluristrumentista che canta, suona la chitarra (strumento che caratterizza il Blues) e il dholak, tamburo a barile presente nell’Antico Egitto,
La danza del ventre ritrova  la musica dal mistico soffio, in grado di risvegliare la femminilità ed il fascino della danzatrice, che si esprime in movimenti finalmente lenti, ondeggianti, sinuosi. Sul flauto si basa la danza serpentina, sensuale, inebriante e mistica, mentre i ritmi del tamburo in crescendo conducono a movimenti rotatori, vibranti e a vortici estatici.
In questo brano viene impiegata la tamboura, strumento a corde colto ed esoterico, straordinaria fusione “moderna” del 16 secolo tra la cultura sonora Persiana e quella Indù. Il suo ronzio è la concreta vibrazione del suono primordiale e costituisce il bordone base su cui intonarsi.

L’Oriental Blues nel contesto del Blues - Oriental Blues - Trip to the origin

Recensioni

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.